Terapie / Micoterapia

microterapia

Micoterapia

Le piante hanno da sempre aiutato l’ Uomo a mantenersi in salute grazie alle preziose sostanze nutritive in esse contenute ed i funghi sono delle miniere di principi attivi che possono migliorare numerose situazioni patologiche. I funghi medicinali, la cui azione è documentata da migliaia di studi scientifici, possono essere preziosi nella terapia della Fibromialgia a vari livelli:

Neurotrasmettitori

La Fibromialgia e’ caratterizzata da un alfunzionamento, nel Sistema Nervoso Centrale, dei principali sistemi di conduzione del dolore nei quali sono coinvolti principalmente la serotonina e la noradrenalina . La Duloxetina (cymbalta), farmaco chimico molto utilizzato, ad esempio, aiuta il ripristino di questi eurotrasmettitori; la Micoterapia, con l’ integrazione d’ altre piante come l’ Iperico, attive su queste molecole, in base all’ esperienza di molti fitoterapeuti maturata negli anni, puo’ favorire il miglior funzionamento del SNC, in maniera dolce e con effetti indesiderati quasi trascurabili e portare al miglioramento del DOLORE, dell’ UMORE, dell’ ANSIA e della qualita’ del SONNO.

1.Ossigeno
Degli studi scientifici suggeriscono che la Micoterapia migliora l’ ossigenazione del sangue.
L’ importanza del “fattore ossigeno” e’ testimoniato anche dalle esperienze e dagli studi relativi nell’ ambito dell’ Ossigeno-Ozono Terapia e Medicina Iperbarica. L’ ossigeno favorisce il funzionamento dei mitocondri (le centraline energetiche delle cellule) e le persone sentono molto spesso, grazie a cio’, una maggiore ENERGIA e FORZA per affrontare la vita quotidiana. Ovviamente questo determina un riflesso positivo anche sull’ UMORE.
2.Infiammazione
Spesso il dolore, nella persona con Fibromialgia, non e’ solo neuropatico ma e’ concomitante ad infiammazioni causate da artrosi o altre malattie reumatiche. I funghi medicinali hanno un’ azione antinfiammatoria simile al cortisone ed ai farmaci piu’ comunemente usati come i FANS (Aspirina, Ibuprofene ecc….).
3.Intestino
In ultimo, ma non per importanza, e’ da segnalare l’ azione della Micoterapia a livello del tubo digerente:
-procinetica: puo’ favorire la svuotamento gastrico ed intestinale, quindi e’ spesso utile nel REFLUSSO GASTROESOFAGEO e in caso di STIPSI. Alcuni funghi contengono sostanze che possono aiutare la regolarizzazione dei movimenti intestinali (peristalsi) e migliorare il DOLORE e gli SPASMI, caratteristici della SINDROME DEL COLON IRRITABILE, spesso presente nelle persone fibromialgiche.
-antinfiammatoria: tramite alcuni principi attivi puo’ avere un ruolo nell’ infiammazione della parete dello stomaco e dell’ intestino.
-prebiotica: apporta alcune delle sostanze nutritive necessarie alla fisiologica crescita batterica intestinale con conseguente frequente riduzione del GONFIORE INTESTINALE e miglioramento della DIGESTIONE.