CAMPAGNA DI PROMOZIONE E DI SENSIBILIZZAZIONE NAZIONALE
“COMUNI D’ITALIA PER LA FIBROMIALGIA E LA SENSIBILITA’ CHIMICA MULTIPLA”

La Fibromilgia: o sindrome fibromialgica, colpisce 1 persona su 25 a livello globale, in 9 casi su 10
persone di sesso femminile. Trattasi di una condizione patologica cronica che causa
prevalentemente dolore muscoloscheletrico, rigidità in diverse parti del corpo, affaticamento e
disturbi del sonno. I sintomi nel tempo influenzano l’umore, la concentrazione, la memoria e la
capacità di pensare con chiarezza.
La biopsia dei punti dolenti (tender-points) risulta negativa e la malattia non causa alcun danno
permanente al tessuto fibroso: quindi si deve concludere che la fibromialgia è una malattia
“centrale” e non “periferica”; si sospetta il malfunzionamento di alcuni neurotrasmettitori cerebrali
con il risultato finale di una amplificazione dei segnali dolorosi. In effetti anche gli effetti dei farmaci
testimoniano questa teoria: funzionano molto meglio i medicinali che agiscono sui
neurotrasmettitori che quelli attivi in periferia (antinfiammatori, cortisone, etc.).
La Sensibilità Chimica Mulipla: E’ una sindrome neuro-immuno-tossica da sensibilizzazione centrale
caratterizzata dall’impossibilità di tollerare sostanze chimiche presenti nell’ambiente in
concentrazioni generalmente tollerate dai soggetti. Può coesistere anche intolleranza alle onde
elettro magnetiche.
La Diagnosi si basa sull’ esclusione di altre possibili cause dei sintomi e su criteri diagnostici (Lacour
2005). Si possono effettuare anche test genetici per valutare l’ alterazione di alcuni enzimi, coinvolti
nei meccanismi di detossificazione, ritenuta essere tra i fattori causali dell’ MCS.
Tra gli approcci terapeutici proposti ci sono l’evitamento dei fattori scatenanti e la correzione di
eventuali carenze come quelle delle vitamine D e B12. Poiché il metabolismo delle sostanze estranee
all’ organismo è alterato è necessario privilegiare opzioni non farmacologiche.
AD OGGI la difficoltà del riconoscimento delle due sindromi a livello nazionale e la gestione
indipendente e autonoma delle Regioni italiane (o addirittura quasi inesistente), portano i soggetti
affetti dalle due sindromi a compiere e subire un nomadismo ininterrotto aggravando la
sintomatologia e la condizione psicofisica, oltre a causare un forte dispendio di energie e delle
risorse economiche (a carico degli stessi).
LA MANCANZA di centri di riferimento, di linee guida per la presa in carico, della parziale se non
totale conoscenza di entrambe le sindromi da parte del mondo medico, sociale e lavorativo, portano
oggi il malato alla totale disperazione e abbandono alle cure peggiorando così la sua condizione di
salute.
L’INFORMAZIONE e LA DIVULGAZIONE è l’arma migliore per far arrivare al singolo cittadino la
CONOSCENZA e abbattere quella confusione che si trasforma in silenzio.
Cittadino è il TUO medico, il tuo politico, il tuo famigliare, il tuo collega, il tuo datore di lavoro ecc
IL PROGETTO “COMUNI D’ITALIA PER LA FIBROMIALGIA E LA SENSIBILITA’ CHIMICA MULTIPLA”
nasce in collaborazione con i Sindaci (Primi Cittadini) di ogni Comune d’Italia per arrivare ad ogni
singolo cittadino d’Italia.
Aderisci anche tu e porta questo progetto nel tuo Comune
AFI ODV

                      Il Comune di Ancona sostiene l’Associazione Fibromialgia Italia

                      Ancona, giornata internazionale della Fibromialgia

                      Il Comune aderisce alla campagna sulla fibromialgia: le iniziative

                      Il Comune di Narni accende le luci sulla Fibromialgia

                      Il Comune di Pordenone accende le luci sulla Fibromialgia

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Collegamenti
Post Recenti
Diventa Socio

    Seguici su Facebook
    afiodv
    Via Enrico Sparapani 267d
    60131 Ancona.

    tel: +39 340 529 2000
    eMail: info@afiodv.org

    Associazione Fibromialgia Italia - CF 92041400422

    Fatto con amore by ONEclick bagedi

    EnglishFrenchGermanItalianSpanish